«Questi giudici sono doppiamente matti! Per prima cosa, perchè lo sono politicamente, e secondo sono matti comunque. Per fare quel lavoro devi essere mentalmente disturbato, devi avere delle turbe psichiche. Se fanno quel lavoro è perché sono antropologicamente diversi dal resto della razza umana»(Silvio Berlusconi, 4 settembre 2003)
.

giovedì 21 febbraio 2008

Il nuovo sito di Salvatore Borsellino



di Salvatore Borsellino
(Ingegnere)


Milano, 21 Febbraio 2008.

Sono veramente felice di potervi comunicare che finalmente il lungo cammino per la preparazione del sito www.19luglio1992.com è arrivato alla sua conclusione e da oggi il sito è accessibile, sebbene ancora in fase di evoluzione.

Da oggi comincia un altro cammino che è quello di riempirlo di contenuti ed utilizzarlo per quello che ci eravamo prefissi a Luglio dell’anno scorso quando cominciai a parlarvi del nostro Progetto 19 Luglio 1992 il cui obiettivo è quello di fare di questo sito il punto di aggregazione per tutte le persone e le organizzazioni operanti sulla rete che anelano ad un paese diverso, tendono alla ricerca della verità e della giustiza ed hanno la capacità di contribuire a questa ricerca e a questa strategia.

L’idea base è quella di realizzare una sinergia al lavoro di tanti che sulla rete fanno un lavoro splendido ma che spesso rimane confinato solo all’interno di questo mondo a causa dell’analfabetismo informatico della massa della gente e della mancanza di osmosi con il mondo dell’informazione tradizionale.

Questa è la barriera che dobbiamo riuscire a superare per portare il mondo della rete, che costiuisce in Italia, ma anche nel mondo, l’ultimo baluardo della democrazia, a sfociare nel mondo esterno.

La forza per realizzare questo compito ci verrà dalla nostra sete di verità e dalla rabbia di vederla quotidianamente calpestata e mistificata, dai politici, dagli organi di informazione, da quella che è ormai diventata la “casta” dei giornalisti che ha portato alla completa o quasi estinzione di una stampa libera nel nostro disgraziato paese.

I contenuti del sito saranno quindi focalizzati sulle questioni inerenti la lotta alla criminalità mafiosa, alle inadempienze, se non alle responsabilità dirette dello Stato a questo riguardo, alla collusione di tanti appartenenti a quelle che è oggi la consorteria dei politici in Italia.

Per il momento ho inserito nel sito tutte le mie lettere aperte scritte dal 17 Luglio dell’anno scorso, giorno in cui decisi di ricominciare a parlare dopo sette anni di silenzio, ad oggi.

E’ già operativa una rassegna stampa che verrà aggiornata, se possibile, giornalmente da una delle mie più valide collaboratrici, la professoressa Vanna Lora.

Un altro insostituibile componente del nostro gruppo, Marco Bertelli, curerà dalla Germania, dove per ora vive, due rubriche “I Mandanti occulti”, il cui nome ne identifica già i contenuti, e “Cronache Marziane”, che saranno operative dalla prossima settimana.

Un’altra giovane collaboratrice della prima ora, Desiree Grimaldi, curerà la sezione dove verranno raccolte tutte le interviste di Paolo, sia video sia su stampa, e la trascrizione delle sue “lezioni” sulla mafia.

Il sito ospiterà pure i contributi del Prof. Enzo Guidotto, amico di Paolo, uno dei massimi conoscitori del fenomeno mafioso e consulente della Commissione Parlamentare Antimafia.

Mi scuso con tutti gli altri miei collaboratori, che aspettavano con impazienza l’apertura del sito per potere cominciare a dare il loro contributo, perchè non ve li elenco singolarmente, avrete modo di conoscerli appunto attraverso quanto pubblicheranno sul sito stesso.

La prima collaborazione “esterna” mi è già arrivata ed è stata già pubblicata, si tratta di una bellissima Lettera a Paolo che mi è stata spedita da Giulia, una ragazza di soli 13 anni ed è stata scritta da sua sorella Martina, una ragazza di 18 anni che, come altri giovani che ho conosciuto sulla rete, ha giurato a se stessa e a Paolo di diventare Magistrato per potere continuare il suo lavoro e realizzare il suo sogno.

Nel sito sono pure riportate le date e le località di una serie di incontri facenti parte di un ciclo denominato “Cultura della Giustizia” che mi porteranno in più di 20 città d’ Italia a portare la mia testimonianza (e la mia rabbia) insieme con Benny Calasanzio, Enzo Guidotto, Gioacchino Basile ed altri che parteciperanno di volta in volta.

Per l’organizzazione di questi incontri ringrazio in particolare i ragazzi dei MeetUp di Beppe Grillo che da ogni parte si stanno prodigando per permetterli.

Tra tutti voglio però almeno nominare Barbara Olivo, del MeetUp di Cervignano del Friuli che ne è il vero e insostituibile motore.

L’ultimo ringraziamento a mio figlio Marco che, da solo, mi ha strutturato il sito e continuerà a supportarmi (e a sopportarmi) dal punto di vista tecnico.

Aspetto con impazienza le vostre critiche e i vostri suggerimenti, il nostro sito www.19luglio1992.com deve crescere con voi e insieme a voi.

Prego tutti quelli che frequentano blog o forum di inserire il link al nostro sito o di farlo conoscere

A presto.

Salvatore Borsellino

6 commenti:

Anonimo ha detto...

IN BOCCA AL LUPO!!!
TANTI AUGURI!!!
bartolo

Anonimo ha detto...

Già aggiunto ai preferiti e diffuso.. ;)

Chiara.

Accademia TKD Sicilia ha detto...

Consapevoli del fatto che l'educazione alla legalità deve avvenire mediante lo strumento scolastico e mediante tutte le strutture che lavorano stretto contatto con i giovani, la nostra Accademia TKD Sicilia (Scuola di Arti Marziali), nel suo piccolo cerca di diffondere, quotidianamente nei giovani, i valori sulla Legalità e dell'anti mafia.
Per questo proposito abbiamo creato nel ns. sito www.wingtsunpalermo.it una pagina di collegamento al sito di Salvatore Borsellino.

Visitate:
http://www.wingtsunpalermo.it/wing%20tsun%20e.php

Teneteci informati sulle vostre iniziative, dove interverremo numerosi.
Congratulazioni per il lavoro che state svolgendo.
Un abbraccio,

Giuseppe Giorlando

www.wingtsunpalermo.it
www.accademiataekwondosicilia.it

Anonimo ha detto...

Salve a tutti , davvero non trovolo le parole per dire prima grazie a che è morto per colpa di uno stato assente e un grazie a che oggi presente si batte nella memoria di chi ha servito lon stato. Ma che stato abbiamo oggi??....con quale diritto si presentano per la festa della repubblica italiana?...con quale diritto usano termini che continuano ad infagare la memoria della gente onesta.....??. Grazie Salvatore....grazie dal profondo del cuore.

Anonimo ha detto...

Persone come il giudice Borsellino tengono alto il nome del nostro Paese! Una delle poche persone insieme a Falcone di cui ne vado fiero di essere italiano!
ermes

Anonimo ha detto...

Borsellino, Falcone, Cassarà.
Uccisi per volontà dello stato! Altro che preoccuparsi di quegli infami tipo Provenzano!!!!! A quelle persone ignobili si..lo stato gli aumentano i controlli di sicurezza in carcere perchè nn si suicidino!! No a persone come Borsellino, Falcone, Cassarà !!!