«Questi giudici sono doppiamente matti! Per prima cosa, perchè lo sono politicamente, e secondo sono matti comunque. Per fare quel lavoro devi essere mentalmente disturbato, devi avere delle turbe psichiche. Se fanno quel lavoro è perché sono antropologicamente diversi dal resto della razza umana»(Silvio Berlusconi, 4 settembre 2003)
.

giovedì 2 aprile 2009

I fondamenti criminali del potere in Italia





Riportiamo il video di una preziosa conferenza tenuta da Roberto Scarpinato, Procuratore Aggiunto della Repubblica di Palermo.

Il video si scarica lentamente e dura poco più di un'ora, ma ve ne consigliamo accoratamente la visione e l'ascolto.

Le parole di Roberto rivelano e denunciano i fondamenti criminali del potere in Italia e, con una analisi efficacissima e illuminante, fanno comprendere chiaramente in quale frangente ci troviamo.

La conferenza si è tenuta il 3 ottobre 2008 a Barletta, nell’ambito di un ciclo di incontri dal titolo “La democrazia delle parole” organizzato da Magistratura Democratica in collaborazione con il Comune di Barletta.

Qui di seguito si può vedere anche il video del dibattito seguito alla relazione, nel corso del quale sono state dette cose di altrettanto grande importanza e interesse.

I video sono tratti dal sito di Arcoiris.tv


Il dibattito:






6 commenti:

salvatore d'urso ha detto...

Ecco l'elenco dei Paradisi Fiscali
Quattro paesi nella lista nera

PARIGI - Costa Rica, Malesia, Filippine e Uruguay sono i Paesi presenti nella lista nera dell'Ocse sui paradisi fiscali. La lista verrà utilizzata per applicare le sanzioni previste dall'accordo di ieri del G20.

L'organizzazione ha inoltre citato diversi paesi (tra i quali San Marino) che non applicano completamente le regole internazionali, che sono stati inseriti in una 'lista grigia'. Di seguito riportiamo le liste complete pubblicate dall'ocse:

Lista nera (stati o territori che non si sono impegnati a rispettare gli standard internazionali): Costa Rica, Malesia, Filippine, Uruguay.

Lista grigia (Sono 31 stati o territori che si sono impegnati a rispettare gli standard internazionali ma che, ad oggi, hanno siglato meno di dodici accordi conformi a questi standard): Andorra, Anguilla, Antigua, Barbuda, Aruba, Bahamas, Bahrein, Belize, Bermuda, Isole Vergini Inglesi, Isole Cayman, Isola Cook, Dominica, Gibilterra, Grenada, Liberia, Liechtenstein, Isole Marshall, Monaco, Montserrat, Nauru, Antille Olandesi, Niue, Panama, St Kitts e Nevis, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Samoa, San Marino, Isole Turk e Caicos, Vanuatu.

Lista grigio chiara (8 Paesi): Austria, Belgio, Brunei, Cile, Guatemala, Lussemburgo, Singapore, Svizzera.

Macao e Hong Kong, territori cinesi, si sono impegnati nel 2009 a conformarsi agli standard internazionali e, in ragione di ciò, questi due territori non sono più menzionati nella lista grigia.

Lista bianca (stati o territori che hanno seguito le regole internazionali, stipulando almeno 12 accordi conformi a queste regole):

Argentina, Australia, Barbados, Canada, Cina, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Guernesey, Ungheria, Islanda, Irlanda, Isola di Man, Italia, Giappone, Jersey, Corea, Malta, Mauritius, Messico, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Russia, Seychelles, Slovacchia, Sudafrica, Spagna, Svezia, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Stati Uniti, Isole Vergini.

************************

Qui c'è qualcosa che non va...

Manca lo Stato del Vaticano... credo che anche lo Stato del Vaticano debba accettare le regole internazioni che verranno imposte a tutti gli altri paesi del mondo. Siamo tutti uguali... Uguale per Tutti...

Anche perchè non vorrei che evasori e mafie vadano tutte a Roma per poter poi depositare i loro "risparmi"...

Anonimo ha detto...

Interessante e lodevole iniziativa.Un saluto cordiale al giudice Francesco Messina. Mi farebbe molto piacere leggere ancora i suoi interventi in questo blog.

Paola

Nick ha detto...

Grazie per il video!

salvatore d'urso ha detto...

Bellino è da vedere...

Lo sgabellino in Piazza Maggiore

http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Flash&d_op=getit&id=11466

salvatore d'urso ha detto...

Anzi il video che ho postato ritengo meritevole di essere guardato fino in fondo...

Anche l'iniziativa è simpatica...

La legge è uguale per tutti ha detto...

Basta, la legge deve essere uguale per tutti. Appello a tutti i cittadini a partecipare in massa alla manifestazione contro il legittimo impedimento in programma domani Sabato 27 Febbraio a Roma in piazza del popolo.