«Questi giudici sono doppiamente matti! Per prima cosa, perchè lo sono politicamente, e secondo sono matti comunque. Per fare quel lavoro devi essere mentalmente disturbato, devi avere delle turbe psichiche. Se fanno quel lavoro è perché sono antropologicamente diversi dal resto della razza umana»(Silvio Berlusconi, 4 settembre 2003)
.

venerdì 12 giugno 2009

Riforma intercettazioni: una legge scellerata


Riportiamo dal sito di Repubblica, l'audio di una intervista a Gianrico Carofiglio sulla riforma delle intercettazioni.








6 commenti:

Besugo ha detto...

Perchè questi innominabili (dritti e mancini) giurano sulla COSTITUZIONE?

mediacredit1 ha detto...

Salve a tutti, mi sento di postare un commento sulla nuova riforma "intercettazioni" la quale viene definita un po' in tutto il web, pazza, scellerata, c'e' chi come "l'italia dei valori" che ha fatto un manifesto "e' morta le giustizia in Italia". Avremo sicuramente nei prossimi giorni tra MATRIX, PORTA A PORTA, tante di quelle considerazioni in merito ecc.Ma una considerazione personale devo farla.Sara' anche una riforma scellerata ma, tornando indietro di qualche decennio, prima che la tecnologia avanzava in tutto il mondo "I MALVIVENTI NON SI ARRESTAVANO?"Tutti i reparti speciali nei svariati corpi (CARABINIERI, POLIZIA, FINANZA) oggi dovranno iniziare a lavorare un po' di piu', fare appostamenti piu' impegnativi, e troppo facile arrestare oggi le persone con una semplice intercettazione, telefonica o ambientale che sia.I giudici dovranno valutare bene prima di firmare un ordine di custodia cautelare, e rovinare la vita di una persona solo per fare notizia.
Voglio illustrarvi in poche righe la mia disavventura giudiziaria, con conseguente disastro personale,morale ed economico.
Sono un Agente Finanziario ( o meglio lo ero) e nel riportare avanti una attivita' (in campania) oggi e' vermente difficile.Opero in questo campo dal 2004, con grosso impegno sono riuscito fino al 17-12-2008 a portare avanti questa attivita'.Ma il giorno 18-12-2008 alle 3:00 di mattina sono stato raggiunto a casa da una notifica di CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE, con il capo di inputazione del 416 -bis.Un fulmine a ciel sereno, anche perche' nella mia vita e quella dei miei familiari nessuno mai ha avuto problemi con la GIUSTIZIA, ho fatto anche il (carabiniere ausiliario nel 97).La mia foto e' stata pubblicata per circa 15 giorni su tutti i quotidiani locali, le societa' per le cui operavo hanno immediatamente sospeso e revocato i mandati, tutti i collaboratori che operavano con la mia struttura per esigenze lavorative hanno trovato altre collocazioni.Il partito di cui ricoprivo la carica di coordinatore cittadino, (forza italia)mi ha espulso commissariando la sezione, mia moglie incinta di 5 mesi , e' dovuta restare a letto fino alla fine della gravidanza su ordine del ginecologo.Un disastro morale e psicologico.Sono rimasto nel carcere per 20 lunghi giorni,condividendo la cella con veri malviventi, solo il giorno 7 gennaio 2009 dopo che ll tribunale del riesame ha esaminato la mia posizione a deciso la liberazione immediata.A distanza di 6 mesi dalla mia liberazione nella mia agenzia non entra nemmeno piu' un cliente, sono totalmente rovinato dal punto di vista lavorativo, non riesco più a dormire di notte e vivo costantemente nella paura, e nella incertezza pensando....cosa mi succedera' adesso????
Mi chiedo, ma si puo' rovinare la VITA a un cittadino che paga le tasse, solo perché nell'ambito del suo lavoro (far da tramite con le banche per la concessione di finanziamenti) 3 /4 clienti sono stati coinvolti in un'inchiesta giudiziaria?Si puo' arrestare una persona senza una prova certa.Si puo' rovinare l'esistenza e l'immagine di un cittadino italiano solo perche' si suppongono e sostengono degli intrecci che non esistono?Come mai i potenti(mr.B e compagni non vanno in galera?
Ora mi ritrovo a 33 anni con una moglie e un figlio di 1 mese, con una attivita' che sto per chiudere con due soluzioni:
-ho ti inventi qualcosa;
-ho la fai finita con la vita;
Mi scuso per avervi disturbato e umilmente mi richiudo nelle mie PAURE.
Con Amarezza. daniele

Luciana ha detto...

Vorrei rispondere a mediacredit1 per quel poco che ne capisco.

Scusa ma che vuol dire che "prima che la tecnologia avanzava in tutto il mondo "I MALVIVENTI NON SI ARRESTAVANO?"??

Quindi tu saresti stato favorevole a far partorire tua moglie a casa, assistita soltanto dalla mamma o dalla suocera e senza averle fatto fare nessuna visita preventiva. Tanto in tutto il pianeta si è sempre venuti al mondo così, perchè cercare un'assistenza migliore, ove possibile?

Oppure sei favorevole all'uso delle sanguisughe come terapia per le più svariate malattie, come si faceva prima dell'avvento delle medicine e della chirurgia. Se nell'800 funzionava, perchè noi dovremmo usare il bisturi?

Che discorso è il tuo???

Se un chirurgo sbaglia un intervento che fai, abolisci l'ordine dei medici?

Anonimo ha detto...

X LA SIGNORA LUCIANA

SALVE, FORSE NON AVETE CARPITO IL SENSO....TECNOLOGIA INTENDEVO PER LE INTERCETTAZIONI, NON PER LA GRAVIDANZA.E'PROBABILE CHE LEI NON HA INTESO IL MIO STATO D'ANIMA.MAGARI CON PIU' CALMA SI RILEGGA LA MIA DISAVVENTURA E NON SI SOFFERMI SU QUELLO CHE NON CENTRA.Saluti

salvatore d'urso ha detto...

X daniele...

Prima diparlare del tuo caso... voglio analizzare la parte del commento che hai fatto sull'eccessivo uso delle intercettazioni e della moderna tecnologia in generale di cui dispongono gli inquirenti e quindi sul fatto che se ne potrebbe fare anche a meno visto che prima, secondo lei, i criminali si beccavano lo stesso...

Lei non considera che anche i criminali fanno uso delle nuove tecnologie... sarebbe quindi una lotta assai impari lasciare le moderne tecnologie ai criminali e far sudare 10 volte di più il poliziotto che dovrebbe acciuffarli con le mani nel sacco...

E' come dire che il poliziotto deve tornare ad usare il cavallo... ma al criminale gli si lascia la facoltà di fuggire in ferrari...

E per quanto riguarda le intercettazioni... queste vengono fatte da quando è stato inventato il telefono... e quindi da quando i criminali utilizzavano tale straordinaria tecnologia per i loro fini criminali... non si può lasciare il poliziotto a controllare la posta, e con questa legge manco più questo si potrebbe fare, mentre il criminale con il cellulare organizza la rapina in banca...

A parte che questa riforma prevede anche altri aspetti negativissimi... che per commentarli tutti mi ci vorrebbe un'oretta...

Ma passiamo al suo caso... e su questo, non conoscendo bene i fatti, mi limiterò a rispondere su quanto lei ha dichiarato sperando di aver capito bene cosa ha scritto.

Lei si lamenta del fatto che siccome alcuni suoi clienti, a quanto pare in odor di camorra, le hanno chiesto alcuni suoi servigi su certe operazioni non tanto lecite e pertanto è stato coinvolto nell'indagine che riguardava tali operazioni criminali...

Potrò sembrare un pò cinico... ma devo e deve ammettere che la giustizia ha fatto il suo dovere e l'ha fatto bene... se lei è davvero innocente... e lo penso, poichè se fossero stati fatti degli errori lei ora sarebbe ancora in prigione.

Quindi la giustizia non ha fatto altro che ricercare la verità fino in fondo colpendo solamente chi ha davvero violato la legge... lei che in realtà è risultato innocente è libero.

Il giudice non ha la plla di cristallo che a priori può stabilire chi è delinquente e chi no... lei al posto di quel magistrato avrebbe fatto lo stesso...

Tutto questo presumendo che anche dalla parte delle forze dell'ordine ci sia stata solo buonafede in tutta l'operazione... sia del suo caso e sia del caso dei veri criminali che presumo poi sono stati arrestati.

Riguardo alle conseguenze credo che lei abbia chiesto un risarcimento... poichè se non erro in tali casi è dovuto... se si è realmente innocenti ed estranei a tali fatti.

Il problema però vede che se ai magistrati venissero tolti altri strumenti importanti potrebbero poi più facilmente commettere degli errori... e quindi lei soggiornare ancora in galera... poichè i giudici non sono come li dipinge berlusconi che vogliono fare del male a tizio o a caio... perchè si divertono... ma sono fonte di garanzia e sicurezza per tutta la collettività... soprattutto per chi è innocente.

In definitiva non posso che augurarle di riprendere la serenità che le è venuta meno ed un felice futuro insieme a tutta la sua nuova famiglia.

marika79 ha detto...

La sua esperienza è simile a quella di tante altre persone che ho seguito.Sono una dott. in Giurisprudenza ecco perchè le parlo cosi.Sà che può chiedere un loquo risarcimento danni allo Stato? Sono pratiche da me già portate a termine con successo, le lascio il mio indirizzo e-mail qualora avesse bisogno di un consulto legale.Auguri a lei e alla sua famiglia e non dimentichi mai che la ruota gira.
marika.ruocco@virgilio.it